venerdì 25 dicembre 2020

Presepe in Oratorio 2020 - Viene a visitarci dall’alto un sole che sorge

Il 2020 sarà ricordato come l’anno della pandemia e del lock-down, ma il Natale ci ricorda che anche nel buio più profondo ci sarà sempre una luce che brilla, la luce portata da un bambino che con la sua nascita rivoluziona il mondo, lo rende nuovo con la sua presenza!

Nel Cantico di Zaccaria, il benedictus che recitiamo nelle Lodi, ringraziamo Dio per la sua Misericordia “per cui verrà a visitarci dall'alto un sole che sorge, per rischiarare quelli che stanno nelle tenebre.” Ecco in quest’anno abbiamo visto molte tenebre, ma ora è Natale, è il tempo in cui ci fermiamo, ci giriamo indietro e forse scorgiamo che in tutto questo buio diverse luci ci hanno illuminato, ci hanno accompagnato e non ci hanno abbandonato. I bambini del nostro Oratorio hanno risposto con numeri da capogiro alla proposta di prepararsi insieme al Natale con le celebrazioni domenicali studiate apposta per loro per tutto l’Avvento e anche alla Mesa di Natale, la chiesetta è sempre stata piena di bambini con le loro mascherine ben posizionate perché loro, più di tutti, desiderano di tornare a correre, giocare e divertirsi insieme e sanno che, perché ciò avvenga, tutti dobbiamo darci da fare!

Ecco: “darsi da fare” è ciò che si sono detti anche i ragazzi dell’Oratorio, stavano iniziando, già con parecchio ritardo, a preparare il presepe in chiesa, ma hanno pensato che non si potevano lasciare i bambini in Oratorio a festeggiare il Natale senza un bel presepe! 

Gesù bambino ci accompagna alla fine dell’anno scaldando i nostri cuori, illuminando la nostra vita dandole nuova energia! È proprio un sole che sorge, che con i suoi raggi dà colore al freddo bianco che alcune volte circonda la nostra vita, proprio come nel presepe: da quell’oasi in cui troviamo la Natività partono diversi raggi che cercano di raggiungere tutte le statuine ed escono dal presepe per raggiungere anche ognuno di noi.


Auguri a te che stai leggendo per questo Natale,
auguri per il nuovo anno,
che il sole che è viene a visitarci ti illumini e mai tramonti!


Presepe 2020 - Spalancate le porte a Cristo

 Anche quest’anno è arrivato il Santo Natale a portarci nuova Luce e nuova Speranza per il 2021 che sta per aprirsi. È un Natale atipico e, per certi versi, inaspettato ma non per questo dev’essere meno speciale e ecco perché abbiamo voluto che il Presepe di quest’anno rispecchiasse questo giorno tanto particolare.


Anzitutto, le dimensioni: come avrete già notato, il Presepe è più piccolo rispetto agli anni precedenti, perché quest’anno ci siamo trovati a dover ridimensionare tutto quanto, dalle occasioni di festa ai pranzi con amici e parenti ai tradizionali regali. Allestire un Presepe ridotto e senza troppi orpelli però ci ha permesso di riflettere sull’Essenziale, per questo motivo abbiamo deciso di ambientarlo in una casa spoglia e umile: proprio come questo nostro Natale, semplice e senza grandi feste, occasione per riscoprire la semplicità, la normalità della nascita di un Bambino che riempie la famiglia di gioia. Gesù nasce in tutte le famiglie, anche nella difficoltà, nella sofferenza e nella solitudine!

Gesù viene oggi e per tutti i giorni della nostra vita, siamo noi a scegliere quando accoglierlo, o meglio, siamo noi a scegliere quando scordarci di Lui. Gesù è sempre presente per noi, bisogna solo farlo entrare. Giovanni Paolo II diceva: "Aprite, anzi, spalancate le porte a Cristo!": ecco allora che le porte della casa non solo sono aperte, ma spalancate… Gesù irrompe nella Storia, la stravolge e chiama ciascuno di noi a partecipare a questo cambiamento spalancando il nostro cuore a chi ci sta vicino, nonostante tutto, sempre e comunque.

Infine, in questo anno difficile, il papa ci invita a soffermarci sulla figura di San Giuseppe, chiamato a prendersi cura di un figlio non suo, ma nonostante le difficoltà anche lui, come Maria, pronuncia il suo "fiat", il suo sì, e accetta il disegno che Dio ha per lui con coraggio… coraggio, capacità di accettare cosa Dio ci chiede: guardiamo il presepe, fermiamoci a contemplare San Giuseppe e chiediamogli il suo coraggio! Non c'è un'età per fare la volontà di Dio.

Spalanchiamo le porte della nostra vita alla luce di Cristo!

Buon Natale e Buon 2021!


domenica 20 dicembre 2020

Natale è alle porte!

Natale è alle porte, allora non possiamo perderci gli ultimi appuntamenti che ci accompagnano alla nascita di Gesù.

Mercoledì 23 dicembre

L' "antivigilia" ci vediamo, in presenza, per concludere in bellezza la Novena e diamo spazio alle confessioni per bambini e ragazzi, tutti gli appuntamenti saranno nella chiesetta dell'Oratorio.

  • 16.00: Confessioni per i bambini di 5a elementare
  • 17.00: Novena per elementari e medie con
    Benedizione dei Gesù Bambino…
    porta quello del tuo Presepe!
  • Al termine della Novena ci saranno le confessioni per i ragazzi delle medie.


Giovedì 24 dicembre

La Vigilia di Natale, alle 17.00, in Oratorio ci sarà la S.Messa di Natale per tutti i bambini, ragazzi e le loro famiglie! Per rispettare le norme di sicurezza, bambini e ragazzi prenderanno posto in chiesetta, mentre i genitori potranno seguire la celebrazione dal salone.
Inoltre, chi per necessità - non per comodità - non potrà partecipare in presenza, ci sarà la possibilità di seguire la S.Messa online sul canale YouTube dell'Oratorio.
La S.Messa nella "Notte" verrà celebrata alle 20.30 in chiesa parrocchiale.

Venerdì 25 dicembre


Buon Natale! Le S.Messe saranno secondo l'orario festivo: 8.30, 10.30 (trasmessa su YouTube) e 18.30. 


venerdì 18 dicembre 2020

#19 - Le Montagne Addomesticate

  “ – Che cosa vuol dire: addomesticare?
– E' una cosa da molto dimenticata. Vuol dire creare dei legami…”
Il Piccolo Principe, Antoine de Saint-Exupèry

Neve bianca a perdita d’occhio che si posa indistintamente su tutto il terreno e sulla vegetazione cancellando le diversità, uniformando i cento colori dell’autunno nel bianco chiarore dell’inverno. Così magica per chi come noi vive a bassa quota e non è abituato a vederla ammantare ogni cosa da essere travolti dal suo fascino e rimanere senza parole davanti alle mille emozioni che ci suscita. 

Questo è il paesaggio che dal rifugio Calvi si mostra a noi. Sopra i 2000 metri l’inverno sembra essere già arrivato coprendo percorsi, rocce, ruscelli con la sua candida neve. Dopo i mesi estivi passati a correre sui duri sentieri di pietra brulla piano piano il ritmo torna a rallentare. I passi si fanno più lenti affondando nella neve e i ripidi pendii impongono uno sforzo costante per evitare di andare fuori giri e rimanere senza fiato a metà salita. 

L’idea è quella di tornare su una vetta raggiunta qualche estate prima: monte Madonnino. È bello vedere come i paesaggi mutino con il susseguirsi delle stagioni, ritrovarsi a cercare con lo sguardo quei punti di riferimento che sono nei nostri ricordi, riconoscerli e ampliarne la memoria aggiungendoci l’esperienza che si sta vivendo. 

Solo così si può dire di conoscere veramente un posto, averlo visitato così spesso da diventare per noi una certezza come fosse una sorta di vecchio amico.  

Trovo una forte similitudine tra uomo e montagna. 

Una volta addomesticate, le montagne, ci infondono un senso di sicurezza e benessere paragonabile al dolce tepore dello stare in compagnia delle persone amate. 

Ogni passo non è più uno slancio verso l’ignoto ma un’esplosione di ricordi che ci scalda il cuore e rasserena l’animo. 

Una sensazione unica e bellissima.  

Purtroppo oggi non siamo riusciti a raggiungere la vetta causa neve instabile. 

Con noi rinuncia anche una bella compagnia composta da sei bresciani conosciuti proprio sull’ultima salita. 

Poco importa l’avere rinunciato, l’importante è avere familiarizzato ancora una volta con le nostre montagne e avere condiviso ancora una volta una giornata con loro.   

Simone Sala

Paesaggio salendo al passo di Portula (2273 m)


Info Tecniche
Difficoltà
Escursionisti (E/EE) 
Partenza
Carona
(1100 m s.l.m.)
Arrivo
Passo di Portula
(2273 m s.l.m.)
Tempo di
percorrenza
4 h (ascesa)          
Dislivello
positivo
1200 metri

sabato 12 dicembre 2020

Ad Occhi Aperti… Guarda chi è Testimone - 5a domenica di Avvento

Papa Francesco ce lo ricorda insistentemente: non ci sono scarti umani perché prima di ogni uomo o donna che viene nel mondo e spesso nelle condizioni più disumane, prima è Cristo, Lui è il modello, lui è il Prototipo, lui è l’Esemplare. Ed ogni essere umano, lo sappia o meno, lo voglia o meno, porta in sé l’orma, l’impronta, la somiglianza con Colui è “è prima”. Possiamo, purtroppo, sfigurare questa somiglianza ma niente la può definitivamente cancellare.
Tratto da Gesù è prima di don Giuseppe Grampa

Viviamo insieme il periodo dell'Avvento,
le proposte sono diverse,
ognuno trovi quella più adatta.



Celebrazione per Bambini e Ragazzi

lunedì 7 dicembre 2020

Benedizioni Natalizie - S.Natale 2020

Carissimi parrocchiani,

mi spiace comunicarvi, con un po’ di amarezza nel cuore che, per la prima volta, per seri motivi pastorali legati alla pandemia, non posso far arrivare un sacerdote o un’altra persona incaricata per la Benedizione Natalizia nella vostra famiglia e per una presenza cordiale di annuncio e consolazione del farsi prossimo di Dio e della Sua vicinanza a ciascuno.

Auguro profondamente a ciascuno di voi un Natale sereno, ricco di speranza e di bontà, di affetto, di fraternità.

Sarebbe bello poterci incontrare comunque per una preghiera, una benedizione e un augurio, per sentirci comunità, per saperci insieme. Per questo vi invito nelle serate dedicate alla vostra parrocchia. Vi aspetto.

don Mirko Bellora
Responsabile della Comunità Pastorale
con tutta la Diaconia

Per la nostra parrocchia gli appuntamenti sono:

sabato 5 dicembre 2020

Ad Occhi Aperti… Gesù ti guarda - 4a Domenica di Avvento

L'ingresso di Gesù in Gerusalemme è una vera e propria rappresentazione, diremmo una messa in scena del venire di Gesù, del suo entrare nella città, cioè nel luogo della nostra quotidiana esistenza. Gesù è "Colui che viene". E il Natale non è forse il suo venire, atteso e preparato in questo tempo di Avvento, appunto di venuta? Quante volte questo verbo ricorre a proposito di Gesù: "Venne nella sua casa…" (Gv 1,11). E a Zaccheo dice: "Oggi devo venire nella tua casa" (Lc 19,5). E ancora: "Sono venuto a cercare e salvare ciò che era perduto"; "Non sono venuto per i sani ma per i malati"; "Sono venuto perché abbiano la vita". E l'ultima, conclusiva parola della Rivelazione: "Sì verrò presto. Vieni Signore Gesù" (Apoc 22,20). Nel cuore della celebrazione eucaristica cantiamo: "Annunciamo la tua morte Signore, proclamiamo la tua risurrezione, nell'attesa della tua venuta". Siamo quindi un popolo che attende. E attendiamo perché qualcuno viene. Dio ha infatti deciso di venire e abitare in mezzo al suo popolo.
Tratto da Gesù viene nella città di don Giuseppe Grampa

Viviamo insieme il periodo dell'Avvento,
le proposte sono diverse,
ognuno trovi quella più adatta.



Celebrazione per Bambini e Ragazzi

sabato 28 novembre 2020

A Occhi Aperti... Guarda Gesù - 3a Domenica di Avvento

Il cammino di Avvento ci accompagna verso Gesù e la conoscenza del suo mistero. Nel Vangelo di questa terza domenica di Avvento Gesù sembra voler raccogliere tutte le testimonianze capaci di farlo conoscere. Anzitutto viene ricordato ancora una volta Giovanni il Battista che interpellato se sia lui l’inviato di Dio, rimanda a Gesù. La voce di Giovanni è testimonianza affidabile, ma ancor più importante è la testimonianza offerta dalle opere che Gesù compie obbedendo alla volontà del Padre. Così è il Padre stesso che attesta che nell’uomo Gesù di Nazareth ci è donata la certezza che proprio in quest’uomo Dio si è manifestato. E sono le opere della misericordia, del perdono per ogni uomo e donna che Dio ama. E infine una terza testimonianza: quella offerta dalle Scritture: sono proprio queste parole che rendono testimonianza a Gesù. ‘Scrutare’ queste parole è condizione per accedere al mistero di Gesù.
Tratto da Scrutare le scritture per venire a Gesù di don Giuseppe Grampa

Viviamo insieme il periodo dell'Avvento,
le proposte sono diverse,
ognuno trovi quella più adatta.



Celebrazione per Bambini e Ragazzi

sabato 21 novembre 2020

A Occhi Aperti... Guarda chi hai di fronte - 2a Domenica di Avvento

 In questa 2a domenica di Avvento incontriamo Giovanni Battista che "portava un vestito di peli di cammello e una cintura di pelle attorno ai fianchi;", insomma all'apparenza non era qualcuno da cercare, eppure in molti andavano da lui. La sua forza era l'essere testimone.

Viviamo insieme il periodo dell'Avvento, le proposte sono diverse, ognuno trovi quella che meglio gli calza.


Celebrazione per Bambini e Ragazzi

giovedì 19 novembre 2020

Iscrizioni Iniziazione Cristiana

Dopo le preiscrizioni è tempo di consegnare le iscrizioni vere e proprie, per garantire la sicurezza di tutti vi chiediamo di leggere attentamente le modalità qui riportate.

Raccomandiamo di arrivare con i moduli stampati e compilati. Tutta la documentazione può essere scaricata sulla nostra pagina Moduli & Privacy:

Iniziazione Cristiana

Le iscrizioni si potranno consegnare domenica 22 novembre in Oratorio prima o dopo la celebrazione per i bambini.
I moduli da consegnare sono:
  • Sezione "Elementari e Iniziazione Cristiana" : Modulo iscrizione bambino e Patto di Corresponsabilità;
  • Sezione "Altro" : Autodichiarazione maggiorenni accesso in Oratorio.

 La scansione è:

mercoledì 18 novembre 2020

#18 - Pronti? Via!


  Che cosa sarebbe la vita se non avessimo il coraggio di fare tentativi? 

Vincent Van Gogh

È venerdì sera, dopo essere rientrato a casa dalla lunga giornata di lavoro, mi faccio una doccia e ceno con la famiglia. Aiuto a sistemare e dopo, finalmente, mi siedo sul divano per riposare un attimo. Prendo in mano il cellulare e controllo il meteo per i prossimi giorni: sole! 

Come un fulmine, il mio cervello, che stava iniziando a riposarsi, si riaccende e inizia a elaborare qualche piano per non perdere una bella giornata. Invio lo screenshot (del meteo) al mio fidato compagno di camminate che si prende bene e in cinque minuti abbiamo deciso orario e luogo per l’avventura del giorno seguente. 

Sabato mattina, da Introbio camminiamo nel bosco in direzione del rifugio

mercoledì 11 novembre 2020

Ripartiamo! - Gruppo Animatori, Adolescenti & 18/19enni

C'è una grazia speciale in ogni inizio. Chi si mette all'opera è attratto da una meta da raggiungere, da un risultato desiderabile, dall'intenzione di vivere il tempo come amico del bene.
C'è anche una speciale tentazione in ogni ripresa, quando chi si mette all'opera sembra spinto dall'inerzia e dice: "Ancora? Sempre le stesse cose? I soliti volti, i soliti fastidi, le solite tensioni! Uffa!". Si può vivere il tempo come nemico del bene, logoramento che spegne, fatica che stanca.
Mario Delpini, Arcivescovo di Milano, Lettera per l'inizio dell'anno pastorale.


C'è bisogno dell'Oratorio in questo periodo? Ha senso mettersi all'opera quasi spinti dall'inerzia? No, questo è certo! Quest'anno qualunque proposta basata sulle "solite cose" non ha senso... abbiamo bisogno di trasformare questa situazione in un occasione per fare nuove le nostre proposte! E allora non può mancare una serata per i ragazzi delle superiori!

lunedì 9 novembre 2020

Ripartiamo! - PreAdolescenti

La vera educazione insegna al giovane, al ragazzo, a colui che affronta l'avventura della vita a domandarsi se ciò che più conta nella vita sia il verbo "avere" o il verbo "essere". E a rispondere che la cosa più interessante non è che cosa ho, ma è chi sono.
Luigi Maria Epicoco, Telemaco non si sbagliava

 La preadolescenza è la fase della vita in cui il corpo comincia a mutare, iniziano gli scontri con i genitori e compaiono i primi pensieri sul senso del proprio essere. Per questo concentrarsi sul "chi sono" è molto più importante del "cosa ho".

Ecco che l'Oratorio non si può permettere di andare in vacanza, neanche in tempo di pandemia, perchè i ragazzi non smettono di crescere! Neanche con la "zona rossa"!
Allora avremo due modi per poterci incontrare, entrambi molto importanti: tutte le domeniche di Avvento ci sarà alle 10.20 nella chiesetta dell'Oratorio una celebrazione su misura per loro (per maggiori dettagli: Oratorio Burago - Verso il Natale... Avvento 2020); e poi…

...il non poter organizzare incontri in presenza è una forte limitazione, ma questo ci spinge ad impegnarci ancora di più per riuscire ad essere al vostro fianco! Quindi…

sabato 7 novembre 2020

Piccole attenzioni per bambini e ragazzi in tempo di pandemia

In tempo di pandemia bambini e ragazzi sono quelli che più possono soffrire la mancanza di socialità, già il primo lock-down  ce lo ha insegnato e l'essere ritornati senza scuola, senza sport e chiusi in casa può influenzare negativamente la loro crescita.

La Comunità Pastorale organizza due incontri online con degli specialisti per riflettere su alcune attenzioni utili per il periodo che stiamo vivendo.

Gli incontri saranno tenuti dalla Dott. Zanetto, pediatra e dalla Dott.sa Guzzi, pedagogista e formatrice:

Ripartiamo! - Iniziazione Cristiana

Monsignor Antonio Costabile, Responsabile del Servizio per la catechesi, nella lettera di inizio anno, scrive:

L’Arcivescovo usa una splendida metafora per elogiare in particolare le catechiste: esse sono un miracolo settimanale sotto gli occhi di tutti in ogni parrocchia della diocesi: «Gesù compie ogni settimana sotto i nostri occhi il miracolo delle catechiste». 

Anche la nostra parrocchia può gioire di questo continuo miracolo, per questo, nonostante le difficoltà, i nostri catechisti sono pronti a far ripartire i percorsi dell'Iniziazione Cristiana! Certo, almeno in questa fase, non avremo i classici incontri in Oratorio, ma i catechisti stanno pensando a video-chiamate, attività e video che ci aiuteranno a non perderci di vista! Inoltre, abbiamo una sorpresa per l'Avvento: Oratorio Burago - Verso il Natale... Avvento 2020!


Come gli scorsi anni, ogni classe avrà il suo calendario degli appuntamenti, ma...

Iniziamo Insieme

Per tutti l'appuntamento è domenica 15 novembre, con questa scansione:

Verso il Natale... Avvento 2020!

Mai come in questi mesi abbiamo scoperto quante cose possiamo dire con gli occhi, allora non possiamo smettere di vederci!

Domenica 15 novembre inizia l'Avvento, purtroppo, per questioni logistiche, bambini e ragazzi non si possono trovare come gli scorsi anni in Auditorium, ma questi mesi ci hanno insegnato che la situazione in cui viviamo si deve trasformare in occasione per rivedere, rivalutare e reinventare le nostre proposte.

L'Avvento è un momento forte dell'anno, non vogliamo farci fermare dalla paura, per questo abbiamo pensato ad una proposta nuova, bella e sicura!


Per bambini, bambine, ragazzi e ragazze l'appuntamento è per
tutte le domeniche d'Avvento
(dal 15 novembre al 20 dicembre)
alle 10.20 nella cappella del nostro Oratorio,
ci sarà una celebrazione speciale
guidata dal Diacono Antonio e Suor Adele.

venerdì 6 novembre 2020

S.Messe e zona rossa: cosa cambia?


A seguito del DPCM del 3 novembre 2020, rimane valido il Protocollo firmato dalla Presidenza della Conferenza Episcopale Italiana e dal Governo in data 7 maggio 2020 con le integrazioni successive del Ministero dell’Interno e della Segreteria Generale della CEI. Quindi:

Continuiamo a celebrare in sicurezza

Vi invitiamo a rileggere ciò che già abbiamo pubblicato nella pagina: Oratorio Burago - Celebriamo in Sicurezza circa i comportamenti da adottare per fare della nostra chiesa e delle nostre celebrazioni un luogo sicuro per la preghiera della Comunità.
È vivamente raccomandato  che i fedeli si  rechino  solo  nella  chiesa  nelle  vicinanze  della  propria abitazione o nella  stessa  Comunità  Pastorale  o  almeno  nel  proprio  Comune.

Inoltre è bene che i sacerdoti e i fedeli che si recano alle celebrazioni abbiano una copia di autodichiarazione per facilitare gli eventuali controlli dell’Autorità Pubblica che possono avvenire sul tragitto tra la propria residenza, il proprio domicilio o la propria dimora e la chiesa. Di seguito mettiamo a disposizione dei modelli per le autodichiarazioni.

Autodichiarazione Fedeli

Autodichiarazione Sacerdoti, Lettori, Organista, Altri servizi liturgici

lunedì 12 ottobre 2020

#17 - Vite di montagna

  “La montagna non è solo nevi e dirupi, creste, torrenti, laghi, pascoli. La montagna è un modo di vivere la vita. Un passo davanti all'altro, silenzio tempo e misura.”
Paolo Cognetti

La partenza prescelta per il monte San Primo è la Colma di Sormano, una meta di pellegrinaggio per gli appassionati di bici, che appena arriva la domenica salgono in sella per affrontare il famoso e terribile Muro di Sormano. Noi, però, abbiamo deciso di affrontarlo in macchina, rimandando la fatica soltanto ai primi metri di cammino, che sono particolarmente ripidi e ci fanno spezzare il fiato.

La giornata è molto soleggiata, i nostri passi sono accompagnati dal

mercoledì 16 settembre 2020

17 Luglio 2020 - Festa Finale Summerlife

Ecco che, dopo tre settimane, siamo arrivati alla fine di quest'esperienza, unica e bizzarra, di EstateRagazzi 2020. Perché allora non chiudere in bellezza con una grande festa?

Ci siamo rimboccati le maniche per organizzare un momento conclusivo che potesse far divertire i bambini e i ragazzi, nonostante tutte le limitazioni, e farci guardare indietro alle settimane appena passate con il sorriso.

Confrontandoci è nata l’idea di proporre un gioco in cui i ragazzi, come degli esploratori, potessero mettersi alla prova per riscoprire il nostro paese, ricostruito in miniatura in Oratorio. Ci era proprio mancata la nostra Burago, durante tutti quei mesi chiusi in casa, no? Adesso abbiamo finalmente imparato a dare importanza ai luoghi che viviamo quotidianamente e che abbiamo sempre dato per scontato, come la scuola, il mercato e il parco. Per questo, la frase dell’inno Summerlife “Ci riprendiamo la città” ci è sembrata perfetta come titolo per il gioco.

lunedì 14 settembre 2020

Buona Scuola!

Oggi bambini e ragazzi tornano sui banchi di scuola, vogliamo accompagnarli con le parole del nostro Arcivescovo perchè il ritorno a scuola sia segno di ripartenza, incontri e gioia!


Padre nostro, che sei nei cieli,
benedici tutti noi che siamo tuoi figli in Gesù
benedici tutti i giorni dell’anno scolastico.
Vogliamo vivere nella tua grazia: donaci fede, speranza, carità.
Ogni giorno di questo anno scolastico,
nelle speranze e difficoltà presenti,
sia benedetto, sereno, ricco di bene per potenza di Spirito Santo.

venerdì 4 settembre 2020

Papa Francesco: 4 settembre preghiera e digiuno per il Libano


Per la giornata di oggi, 4 settembre, il Papa ha indetto una giornata di preghiera e digiuno per il Libano. Oltre alla preghiera e al digiuno mi permetto di proporre anche un gesto di carità: chi vuole Sabato e Domenica a Messa può portare una busta con la propria offerta con la scritta “PRO LIBANO” e metterla nei cestini che trovate alle porte laterali. Le offerte che raccoglieremo le consegneremo poi a don Assad della chiesa maronita che è in contatto con una signora di Oreno.

Grazie e buona serata, don Massimo

mercoledì 2 settembre 2020

#16 - B di Buonumore



Fisso la pagina bianca davanti a me, devo scrivere il prossimo articolo per la rubrica.
Ripenso allora all'ultima escursione in montagna: cosa potrei raccontare?
La  partenza alle prime luci da Burago? Il passaggio in cresta per arrivare al Rifugio Brioschi? La pausa al bivacco a metà cammino?
All'improvviso mi accorgo di un sottile fil rouge che lega tutte le nostre tappe, un simpatico elemento ricorrente a cui non avevo fatto caso prima e mi viene un’idea…

martedì 1 settembre 2020

#15 - Un posto speciale... di nuovo

 


 “La montagna è fatta per tutti, non solo per gli alpinisti:
per coloro che desiderano riposo nella qiuete
come per coloro che cercano nella fatica un riposo ancora più forte.”
Guido Rey

In “quel ramo del lago di Como che volge a mezzogiorno” eccoci ancora al cospetto di Sua Maestà, il Resegone.
Il richiamo, dopo questo periodo così difficile, sembra quasi scontato, visto che il suo sguardo, più attento che mai, non ha mai smesso di posarsi su di noi. 
Per non contraddire il suo invito, abbiamo deciso di dargli ancora una volta la possibilità di lasciarci senza parole davanti alla bellezza incontaminata che lo contraddistingue, con una prospettiva diversa. Il primo approccio conferma le nostre speranze. Anche questa volta non rimarremo delusi.

domenica 21 giugno 2020

Summerlife - C'è Posto Per Te!

Nei giorni scorsi abbiamo raccolto le iscrizione per Summerlife, la proposta estiva di quest'anno, e siamo felici di dirvi che abbiamo ancora parecchi posti disponibili per i bambini e i ragazzi e che ci sarà la possibilità di iscriversi anche per tutte e tre le settimane!

Nelle prossime settimane riapriremo le nostre porte per dare la possibilità a bambini e ragazzi di riconquistare la libertà e la socialità che in questi mesi è stata tolta loro accompagnati da animatori ed educatori che in queste settimane si stanno impegnando per questa nuova sfida!

mercoledì 17 giugno 2020

Per aspera ad astra

Carissimi,
nonostante le difficoltà della situazione presente, con gioia annunciamo che gli oratori della nostra Comunità vivranno giorni di attività estiva! Purtroppo le leggi, i regolamenti che cambiano con un ritmo vorticoso non ci permettono di vivere le attività che solitamente proponiamo ai nostri ragazzi!

Le limitazioni di spazio e la richiesta di maggiorenni presenti in contemporanea per piccoli gruppi di ragazzi, richieste dalle norme vigenti, hanno portato ad una drastica perdita della capacità ricettiva. Concretamente: se nei nostri Oratori nel 2019 erano iscritti 2000 minorenni quest’anno potranno esserci meno di 400 iscritti!

Nel sondaggio che abbiamo svolto tra le famiglie è emersa chiaramente l’esigenza, per più del 60%, che i ragazzi frequentassero l’Oratorio per avere dei momenti di gioco, di attività con i propri coetanei.

Nell’idea di proporre un’attività estiva sicura, di qualità, rivolta al più alto numero di
ragazzi possibili abbiamo deciso quanto segue:

martedì 9 giugno 2020

L'Oratorio ha bisogno di te!


Le norme emanate da Regione Lombardia richiedono la presenza di un maggiorenne, senza limitazioni di età, per le attività estive dell'oratorio.

Il maggiorenne sarà aiutato da animatori di 16 o 17 anni che faranno giocare i bambini e dovrà guardare che il gruppo resti unito.
Se sei disponibile per una settimana (o di più) tutto il giorno o per il pomeriggio, scrivi una mail a estateoratorio2020@yahoo.com indicando la tua disponibilità e la tua parrocchia!

Grazie!!!

lunedì 8 giugno 2020

Quarantore 2020 - "Ecco io faccio nuove tutte le cose"

Le Quarantore sono un dono, è il tempo per trascorrere del tempo davanti a Gesù presente nell'ostia consacrata. Adorare è fissare il proprio sguardo in quello di Gesù, è mettere nelle Sue mani la nostra vita.
Santo Curato d’Ars racconta di un contadino che, ogni giorno e alla stessa ora, entrava nella chiesa parrocchiale, e si sedeva nell’ultimo banco. Non aveva libri di preghiere con sé perché non sapeva leggere; non aveva tra le mani nemmeno la corona del rosario. Ma ogni giorno, alla stessa ora, arrivava in chiesa e si sedeva nell’ultimo banco… e guardava fisso il Tabernacolo. San Giovanni Maria Vianney, incuriosito da quel modo strano di fare, dopo aver osservato quel suo parrocchiano per qualche giorno, gli si avvicinò e gli chiese: “Buon uomo… ho osservato che ogni giorno venite qui, alla stessa ora e nello stesso posto. Vi sedete e state lì. Ditemi: cosa fate?”. Il contadino, scostando per un istante lo sguardo dal Tabernacolo rispose al parroco: “Nulla, signor parroco… io guardo Lui e Lui guarda me”. E subito, riprese a fissare il Tabernacolo. Il santo Curato d’Ars descrisse quella come una tra i più alti segni di fede e di preghiera.
 

Appuntamenti

Quarantore 2020

sabato 30 maggio 2020

Domenica di Pentecoste

Pentecoste... che parola strana anche se molto semplice, significa: "cinquantesimo", indica semplicemente il cinquantesimo giorno dopo Pasqua. Ma un significato così semplice nasconde un evento straordinario, nel giorno di Pentecoste i discepoli, mentre erano riuniti nello stesso luogo, ricevettero lo Spirito Santo.
Nel Vangelo che sentiremo a Messa, Gesù dice:
"Se mi amate, osserverete i miei comandamenti; e io pregherò il Padre ed egli vi darà un altro Paràclito perché rimanga con voi per sempre".
Gesù, che fisicamente non può più essere tra noi, ci dona il suo Spirito, il Paràclito: lo Spirito consolatore e difensore che ci guida alla Verità.

S.Messe

Festeggiamo le Pentecoste celebrando insieme la S.Messa, è importante osservare alcune piccole indicazioni che puoi trovare nel post: Celebriamo in sicurezza!

L'Oratorio non si ferma!

sabato 23 maggio 2020

VII domenica di Pasqua

Settima domenica di Pasqua, domenica dopo l'Ascensione, è la domenica in cui finalmente potremo tornare a celebrare insieme la S.Messa. Gli orari nella nostra parrocchia saranno quelli "classici": sabato alle 18.00 e domenica alle 8.30, 10.30 e 18.00. Ma questa gioia di tornare a trovarci come comunità non può essere motivo di pericolo, per questo vi invitiamo a leggere: Oratorio Burago - Celebriamo in sicurezza.
Sarà comunque possibile, per chi non se la sentisse o per chi non potesse partecipare alla S.Messa di persona, potrà seguire le celebrazioni in streaming, vedi come Oratorio Burago - S.Messe.

L'Oratorio non si ferma!

domenica 17 maggio 2020

Riprendono le celebrazioni pubbliche!

Con grande gioia da domani, lunedì 18 maggio, riprendiamo la celebrazione pubblica della S. Messa e degli altri sacramenti.

Come ci ha detto anche il Papa stamattina nella preghiera del Regina Caeli:
“In Italia, da domani si potrà celebrare la Santa Messa con il popolo; ma per favore andiamo avanti con le norme, le prescrizioni che ci danno, per custodire così la salute di ognuno e del popolo.”
Abbiamo quindi predisposto l'aula liturgica secondo le indicazioni della Conferenza Episcopale Italiana, del Governo Italiano e della Curia di Milano. Il piano di sicurezza e le procedure sono state concordate con RSPP della Parrocchia, Ing. Crivellari.

Ovviamente questo non basta, abbiamo bisogno dell'aiuto di tutti per rendere le nostre celebrazioni sicure, per capire come comportarsi e le variazioni temporanee del nostro rito è importante leggere: Oratorio Burago - Celebriamo in Sicurezza.

Per quanto riguarda gli orari delle celebrazioni abbiamo apportato delle piccole modifiche: tutte le S.Messe, dal lunedì al venerdì, saranno alle 8.30. Il sabato ci sarà solo la S.Messa delle 18.00, mentre rimangono invariate le celebrazioni della domenica. Per maggiori informazioni anche riguardo le celebrazioni trasmesse in streaming ti invitiamo a leggere la pagina: Oratorio Burago - Sante Messe.




sabato 16 maggio 2020

VI Domenica di Pasqua

La novità di questa settimana sarà il poter ricominciare a celebrare insieme le S.Messe, ovviamente con le giuste precauzioni che presto renderemo disponibili su questo sito. Intanto alla fine di questo post, condividiamo con voi quelli che, da lunedì, saranno gli orari delle S.Messe.

sabato 9 maggio 2020

V Domenica di Pasqua

Da oggi alle ore 18.00 sarà possibile seguire la S.Messa celebrata da don Massimo dalla chiesetta del nostro Oratorio. Rimane l'invito a bambini e ragazzi di seguire la S.Messa celebrata da don Cristiano domani mattina alle 10.00. Anche questa settimana gli animatori hanno preparato un video, o meglio, questa settimana lanciano una sfida a bambini e ragazzi!
Come è noto da lunedì 18 maggio potremo riprendere a celebrare le S.Messe con il popolo, ovviamente non potremo partecipare "come prima". Arriveranno presto tutte le informazioni.

venerdì 8 maggio 2020

S.Messa in diretta dall'Oratorio

Anche agli inizi della "Fase 2" ci viene chiesto, per il bene di tutti, di continuare a non trovarci a celebrare le S.Messe, ma pian piano riabituiamoci a stare insieme. Da questa settimana sarà possibile seguire, in diretta, la S.Messa celebrata da don Massimo dalla chiesetta dell'Oratorio, inizieremo alle ore 18.00, ma è bene connettersi con un po' di anticipo... non è un programma televisivo qualunque, dobbiamo riuscire a viverlo con lo "spirito" giusto!

sabato 2 maggio 2020

IV Domenica di Pasqua

Settimana nuova, idee nuove. Domenica scorsa abbiamo iniziato a seguire la S.Messa celebrata da don Cristiano per tutti i bambini e i ragazzi della Comunità Pastorale. Questa settimana arriva una proposta dai nostri Animatori che proprio non riescono a stare senza Oratorio. Settimana prossima inizieremo a trasmettere su YouTube la S.Messa del sabato sera celebrata don Massimo, in settimana vi daremo maggiori informazioni su come raggiungerci!

Maggio, il mese di Maria

Maggio è tradizionalmente, fin dal medioevo, il mese in cui la Chiesa si affida a Maria.
Di seguito riportiamo tutte le iniziative che verranno trasmesse dal canale YouTube della nostra Comunità Pastorale: YouTube - Comunità Pastorale Beata Vergine del Rosario.

Inizio del mese Mariano

Sabato 2 maggio,

sabato 25 aprile 2020

III Domenica di Pasqua

Terza domenica di Pasqua con una novità! Se i fedeli non possono andare in chiesa allora i sacerdoti arrivano in casa nostra! Da questa settimana potremo seguire, sul canale YouTube della Comunità Pastorale, la S.Messa celebrata da don Cristiano. Questa celebrazione sarà pensata sopratutto per bambini e ragazzi che probabilmente hanno più difficoltà a seguire le funzioni in TV.



venerdì 24 aprile 2020

Alla scoperta dei Profumi di Gesù

Questo periodo di distanziamento sociale mette alla prova la nostra capacità di essere comunità. In un periodo, in cui ragazzi e catechisti non si possono incontrare in oratorio, abbiamo deciso di trovare un altro modo per condividere il nostro tempo e per aiutare i nostri ragazzi delle medie a prepararsi ad un momento molto importante per noi: la Santa Pasqua. 
Per permettere ai nostri pre-adolescenti di vivere il Triduo pasquale in pienezza, abbiamo deciso di condividere con loro un breve passo del Vangelo al giorno, accompagnato da una riflessione di don Giovanni Sala dell'oratorio di Rescaldina (MI) che abbiamo trovato su Instagram, il quale approfondisce la conoscenza di Gesù attraverso i Sui profumi.

Il Giovedì Santo abbiamo paragonato il profumo di Gesù al

sabato 18 aprile 2020

Domenica in Albis - II Domenica di Pasqua

"Domenica in albis", che roba è? Addirittura il nome completo è "domenica in albis depositis" che significa "domenica in cui si depongono le vesti bianche"; questo perché, ai primi tempi della Chiesa, il battesimo veniva celebrato durante la notte della Veglia Pasquale e i battezzati usavano una veste bianca che poi avrebbero indossato per tutta la settimana di Pasqua fino alla domenica successiva, ed ecco il nome "domenica in albis depositis"!

Ma questa domenica è anche la domenica della "Divina Misericordia", voluta da San Giovanni Paolo II, e tanto cara a papa Francesco - ti ricordi il Giubileo di qualche anno fa? -. Nella bolla di indizione del Giubileo, papa Francesco scriveva:

Abbiamo sempre bisogno di contemplare il mistero della misericordia. È fonte di gioia, di serenità e di pace. È condizione della nostra salvezza. Misericordia: è la parola che rivela il mistero della SS. Trinità. Misericordia: è l’atto ultimo e supremo con il quale Dio ci viene incontro. Misericordia: è la legge fondamentale che abita nel cuore di ogni persona quando guarda con occhi sinceri il fratello che incontra nel cammino della vita. Misericordia: è la via che unisce Dio e l’uomo, perché apre il cuore alla speranza di essere amati per sempre nonostante il limite del nostro peccato.
Papa Francesco, Misericordiae Vultus n°2
Ecco che non c'è forse periodo migliore di quello in cui ci troviamo per contemplare la Divina Misericordia.

Mio Signore e Mio Dio

Il nostro parroco, don Mirko, ci guida in questa seconda domenica di Pasqua aiutando ciascuno di noi ad immedesimarsi nella figura del'apostolo Tommaso.

Mio Signore e Mio Dio

He Qi, Il dubbio di Tommaso
Un mondo che crolla, una speranza che svanisce, un amore interrotto... tutto questo deve essere stata la morte di Gesù per i suoi discepoli.
Da qui la paura, il sentirsi come ingannati, stupidamente illusi …
Tutto davvero sembrava finito, inghiottito da un sepolcro.
Ma la pietra è stata ribaltata dal sepolcro… il sepolcro è vuoto… ed esplode un annuncio: «Non abbiate paura! Gesù il crocefisso è risorto come aveva detto!» 
E Gesù appare ai suoi discepoli, vivo.
Tutto il cuore della fede cristiana è qui:

lunedì 13 aprile 2020

Pasqua a distanza

Sia il papa che il nostro arcivescovo, nelle scorse settimane, si sono stupiti della “fantasia pastorale dei sacerdoti” che, nonostante le difficoltà, riescono a star vicino ai loro parrocchiani; ci permettiamo di aggiungere, perché correggere non sarebbe rispettoso, che anche le Comunità Educanti, essenziali collaboratori dei preti, con un po’ di fatica data dalla straordinarietà della situazione, si stanno muovendo per riuscire a stare vicini ai bambini e ragazzi che ci sono affidati.



In questa Pasqua in cui momenti di preghiera, incontri, giochi e tutto quello che conoscevamo era impossibile da organizzare, abbiamo avuto l’idea di proporre qualcosa che, nonostante la lontananza, ci permettesse di essere vicini. Il risultato è un racconto del Triduo Pasquale fatto di immagini, di volti di bambini e catechisti che, nonostante fossero tutti a casa propria, si sono ritrovati, grazie alle loro foto, vicinissimi.


Giovedì Santo - Due colpi di scena


Giovedì Santo è il giorno in cui Gesù, riunito a tavola con gli Apostoli, ha deciso di salutarli con due gesti potentissimi, quasi per dirci che se neanche così riusciamo a capire il suo messaggio, siamo messi proprio male. Il primo gesto è

sabato 11 aprile 2020

Pasqua 2020

Cristo è Risorto!
Cristo è veramente risorto!
Alleluia!
Non possiamo che salutarci in questo modo! La morte è vinta! L'Amore trionfa! Il messaggio della Pasqua di Gesù è unico, Dio ama i suoi figli al punto da donare la propria vita per noi... Gesù è stato tradito, torturato e ucciso dagli uomini, ma torna! E tornerà ancora per Amore! E noi siamo chiamati ogni giorno ad Amare, come lui Ama noi!

Ecco i saluti dei nostri sacerdoti: don Massimo e don Cristiano.


Sabato Santo - Settimana Autentica 2020

Questo sabato è il giorno del silenzio e dell’attesa. Ci troviamo in un momento quasi sospeso. Le preparazioni per la Pasqua e l’impossibilità di viverla con tutti i nostri cari rende questo momento davvero singolare.
L’impossibilità di Maria di prendersi cura del corpo del figlio e di passare la Pasqua con lui rivela un dolore enorme!
In questo momento drammatico, anche noi possiamo immedesimarci in questa situazione, con l’impossibilità di avere un congedo definitivo con i nostri cari defunti.
Ma questo giorno, in cui la tristezza potrebbe fare da padrona, possiamo leggere un segno di speranza e di fede, tutto sta nel decidere quali sono le parole giuste da usare... Gesù è morto o Gesù ha dato la vita, il concetto è lo stesso, ma il significato, quello che entra in noi, è ben diverso!
Oggi non è il giorno della tristezza, pensare: "Gesù è morto" è stato l'errore degli Apostoli, che sono scappati, si sono nascosti. Invece diciamo: "Gesù ha dato la vita per noi"! Oggi è il giorno della Speranza!

venerdì 10 aprile 2020

Venerdì Santo - Settimana Autentica 2020

Continuiamo il Triduo Pasquale, nella celebrazione di oggi faremo memoria dell'ultimo giorno di vita di Gesù: dopo essere stato arrestato ed essere stato interrogato dal Sinedrio, Gesù sarà portato da Ponzio Pilato, dal re Erode e poi ancora da Pilato che si "lavò le mani" e fece scegliere alla folla quale dovesse essere la sorte di Gesù. Lo sappiamo, la folla, la stessa folla che la domenica delle palme, pochi giorni prima, lo acclamava, minacciata dai sacerdoti, urlò: "Libero Barabba" e Gesù fu condannato a morte. Dopo essere stato torturato e beffeggiato dai soldati, Gesù fu caricato della croce e portato al Golgota, dove fu crocifisso.
La sera un uomo, chiese a Pilato di poter avere il corpo di Gesù, Pilato acconsenti e Gesù venne portato nel sepolcro.
 

Celebrazione
della Passione e Morte del Signore

Nel pomeriggio di oggi celebreremo la Passione e la Morte del Signore. Gesù offre la sua vita al Padre per liberare ogni uomo dal peccato e dalla morte. Poi sarà il tempo del silenzio: non un silenzio vuoto e sterile, ma un silenzio "vivo" che ci chiede di interrogarci e di contemplare la croce, segno dell'Amore che Dio ha per ciascuno di noi.

giovedì 9 aprile 2020

Giovedì Santo - Settimana Autentica 2020

Questa sera inizierà il Triduo Pasquale, ci siamo già detti che questa sarà una Pasqua strana, ma questo non significa che dovrà essere meno vera! Forse il non avere un posto dove andare in vacanza, il non dover cercare il ristorante in cui andare a mangiare, il non avere la preoccupazione di dover parlare con quel parente che non ci sta tanto simpatico, ... tutte queste cose ci mancheranno, ma daranno ad ognuno di noi la possibilità di vivere veramente e comprendere fino in fondo la Pasqua di Gesù.

Messa in Coena Domini

Il primo momento del Triduo Pasquale è la Messa in Coena Domini, in questa celebrazione si fa memoria dell'Ultima Cena di Gesù consumata con i suoi discepoli durante la quale Cristo istituì l'Eucarestia... l'Ultima Cena è la prima Messa della storia!

domenica 5 aprile 2020

Settimana Santa - Le disposizioni della Diocesi

Riassumiamo brevemente le disposizioni della Diocesi per le celebrazioni della Settimana Santa, per chi volesse, mettiamo a disposizione il testo integrale con il messaggio del nostro Arcivescovo Mario: "La potenza della Sua Resurrezione" (clicca qui). 

DOMENICA DELLE PALME

sabato 4 aprile 2020

Domenica delle Palme - Settimana Autentica

Eccoci alle porte della Settimana Santa, la Settimana Autentica! Inizierà domani, Domenica delle Palme, tradizionalmente avremmo fatto la processione con gli ulivi partendo dall'asilo. Purtroppo quest'anno non sarà così ma... ecco un piccolo laboratorio che potete fare tranquillamente con i vostri figli per creare una foglia di palma!

Qui trovate tutti gli appuntamenti per questa domenica speciale, in settimana pubblicheremo tutti gli appuntamenti del Triduo Pasquale!

S.Messa celebrata dall'Arcivescovo Mario - Domenica alle 11.00.

Questa settimana la S.Messa dell'Arcivescovo Mario potremo seguirla come settimana scorsa:

Commento al Vangelo

Come sempre, il nostro Diacono Antonio ha preparato un video per guidare la riflessione, soprattutto di bambini e ragazzi, sul Vangelo.
Qui sotto

sabato 28 marzo 2020

Domenica di Lazzaro - 5a domenica di Quaresima

Eccoci al nostro appuntamento settimanale per scoprire le proposte di questa settimana.

S.Messa celebrata dall'Arcivescovo Mario - Domenica alle 11.00.

Questa settimana la S.Messa dell'Arcivescovo Mario non sarà trasmessa da Rai3, ma abbiamo molti modi per seguirla:


Commento al Vangelo

Come sempre, il nostro Diacono Antonio ha preparato un video per guidare la riflessione, soprattutto di bambini e ragazzi, sul Vangelo di domani, domenica.
Il video lo trovate sul nostro canale Youtube, per poter seguire meglio la riflessione mettiamo a disposizione il testo del Vangelo (Link al Vangelo).

giovedì 26 marzo 2020

Vademecum sull'Indulgenza Plenaria

Venerdì 27 marzo, alle ore 18 , sarà possibile ricevere l'Indulgenza Plenaria, ma sappiamo di cosa stiamo parlando?


Cos'è l'indulgenza? 

Il Compendio del Catechismo della Chiesa Cattolica afferma che:
«le indulgenze sono la remissione davanti a Dio della pena temporale meritata per i peccati, già perdonati quanto alla colpa, che il fedele, a determinate condizioni, acquista, per se stesso o per i defunti mediante il ministero della Chiesa, la quale, come dispensatrice della redenzione, distribuisce il tesoro dei meriti di Cristo e dei Santi».
Dunque, anche dopo che la colpa dei peccati è stata perdonata, mediante l’assoluzione nel sacramento della Riconciliazione, resta da rimettere la «pena temporale».

Ma cos'è la pena temporale? 

La pena temporale è l'impronta negativa del peccato che lascia dietro di sé. Questa si rivelerà pienamente al cospetto dell'amore di Dio divenendo una sorta di "vergogna" nel comprendere quanto poco abbiamo risposto  all'Amore... questa "vergogna" ci impedisce di godere della pace a cui siamo chiamati, il tempo nel quale questa "vergogna" si affievolisce fino a sparire è, chiamato Purgatorio.
E l'aiuto degli altri, le preghiere, possono far sì che questo tempo si abbrevi.

Cosa sono "i meriti di Cristo e dei santi"? 

sabato 21 marzo 2020

Domenica del Cieco Nato - 4a Domenica di Quaresima

Continua la nostra strana Quaresima, in questa settimana in cui le notizie continuano ad essere negative, in cui l'immagine della colonna di camion militari, partiti dall'ospedale di Bergamo per trasportare i feretri di chi non ce l'ha fatta, non ci ha lasciati senza tristezza, scopriamo nella domenica l'unità della Chiesa in preghiera.

Queste sono le proposte per questa 4a domenica di Quaresima: domenica del Cieco Nato.

S.Messa celebrata dall'Arcivescovo Mario - Domenica alle 11.00 su Rai3 

Il nostro Arcivescovo non ci lascia soli! Ecco, la S.Messa che l'arcivescovo Mario celebrerà in diretta su Rai3 alle 11.00 è il modo per tutta la nostra Diocesi di essere unita: un unico gregge in ascolto del proprio Pastore: non perdiamola!

Commento al Vangelo

Il nostro Diacono Antonio ha preparato anche questa settimana il video che aiuta,  soprattutto bambini e ragazzi, a riflettere sul Vangelo di domani, domenica.
Il video lo trovate anche sul nostro canale Youtube, per poter seguire meglio la riflessione mettiamo a disposizione il testo del Vangelo (Link Vangelo).


mercoledì 18 marzo 2020

#13 - Girotondo


“Peter aveva usato una parola ben precisa per il suo viaggio. 
«“gnaskor”, ovvero girovagare: cosi vengono definiti i pellegrinaggi in Tibet ».
Un pellegrinaggio è in ogni cultura un cammino di purificazione, però nel girovagare, nel camminare in tondo, non c è alcun punto d’arrivo, che invece è fondamentale nei pellegrinaggi che intendiamo noi.  Gerusalemme, Roma, la Mecca: senza una meta come si sa quando si è raggiunta la purezza?"
Paolo Cognetti
- “Driiin” 
Suona la sveglia, come ogni mattina. 
Ci alziamo dal letto ancora assonnati, come sempre, ma oggi non dobbiamo andare in università o al lavoro, oggi lo facciamo per scelta: è domenica e con la solita compagnia si è deciso di andare a camminare.
Camminare non per raggiungere una meta, ma per

sabato 14 marzo 2020

Domenica di Abramo - 3a domenca di Quaresima

Continua la nostra strana Quaresima, l'inattività e la lontananza è un dispiacere ma anche la condizione necessaria per poter tornare presto alla normalità!
Allora domani, domenica, il giorno della Comunità, stiamo uniti spiritualmente: ecco le proposte per questa 3a domenica di Quaresima: domenica di Abramo.

S.Messa celebrata dall'Arcivescovo Mario - Domenica alle 11.00 su Rai3 

Il nostro Arcivescovo non ci lascia soli! In un video, pubblicato sui social qualche giorno fa, mons. Delpini ci ha detto che gli piacerebbe in questo momento di crisi poter venire a trovare ognuno di noi nelle nostre case ma, fisicamente, gli è impossibile. Allora ecco: la S.Messa che l'arcivescovo Mario celebrerà in diretta su Rai3 alle 11.00 di domani è il modo per tutta la nostra Diocesi di essere unita: un unico gregge in ascolto del proprio Pastore: non perdiamola!

Commento al Vangelo

Come settimana scorsa, il nostro Diacono Antonio ha preparato un video per guidare la riflessione, soprattutto di bambini e ragazzi, sul Vangelo di domani, domenica.
Il video lo trovate anche sul nostro canale Youtube, per poter seguire meglio la riflessione mettiamo a disposizione il testo del Vangelo (Link Vangelo).

venerdì 28 febbraio 2020

Quaresima 2020 - Un inizio alternativo

Domenica 1 marzo inizierà la Quaresima ma, viste le misure adottate nella nostra diocesi per limitare la diffusione del CoVi-19,  l'assemblea non si potrà riunire per la Celebrazione Eucaristica. Ecco le indicazioni diocesane per non vivere un inizio di Quaresima "annacquato".

  1. Domenica 1 marzo non saranno celebrate Messe nelle Parrocchie! Si potrà seguire la Santa Messa presieduta dall’Arcivescovo mons. Mario Delpini in diretta su TGR Lombardia – Rai3 a partire dalle ore 11.00.
  2. Per l’inizio della Quaresima viene proposto un sussidio per la preghiera in famiglia. Riscopriamo la bellezza di pregare insieme.

lunedì 24 febbraio 2020

Emergenza Coronavirus - Provvedimenti diocesani

Dal sito della Diocesi di Milano
In ragione dell’ordinanza emanata dal presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, di concerto con il Ministro della Salute, Roberto Speranza, si dispongono – per quanto attiene all’intero territorio dell’Arcidiocesi – i seguenti provvedimenti.
  1. Che le chiese rimangano aperte.
  2. Che, negli oratori, non si prevedano incontri, iniziative, riunioni, annullando, in ogni caso, eventi precedentemente fissati.
  3. Che i funerali e i matrimoni possano essere celebrati, ma con la presenza dei soli parenti stretti.
Si segnala che sarà possibile seguire, nei prossimi giorni, la Celebrazione eucaristica feriale sul portale della Diocesi di Milano www.chiesadimilano.it e, in video, su ChiesaTv (canale 195 del Digitale Terrestre). 
Per l'articolo completo si può cliccare qui.

Ne consegue che:
Tutte le iniziative previste dal nostro Oratorio e dalla nostra Comunità Pastorale saranno sospese fino a data da destinarsi.

giovedì 20 febbraio 2020

A.A.A Baristi cercasi

SMS, WhatsApp, mail,... la comunicazione ormai è diventata velocissima, però tutta questa velocità, a volte, ci fa perdere e dimenticare la dimensione dell'incontro.
Il Bar dell'Oratorio è il luogo in cui incontrarsi, scambiare due chiacchiere e, soprattutto, ci ricorda la bellezza dello stare insieme, creare legami e valorizzare quelli esistenti, per questo abbiamo bisogno di te!

Cerchiamo giovani,
adulti, mamme, papà e nonni
disponibili ad entrare nel nostro Gruppo di Baristi!

Basta dare la disponibilità anche un solo pomeriggio alla settimana.

TI ASPETTIAMO domenica 23/2 alle 17.00 per conoscere tutta la squadra e organizzare i prossimi mesi. Ovviamente in Oratorio!

Accanto a Te! - Quaresima 2020

La Quaresima è alle porte con proposte di cammino per ogni fascia di età!
Ecco quella per i bambini delle elementari e i ragazzi delle medie.

Il programma:


mercoledì 19 febbraio 2020

#12 - Le maglie dell'Amicizia

“Mi piace la gente che sa ascoltare il vento sulla propria pelle, sentire gli odori delle cose, catturarne l'anima. Quelli che hanno la carne a contatto con la carne del mondo. Perché lì c'è verità, lì c'è dolcezza, lì c'è sensibilità, lì c'è ancora amore.”
Alda Merini
A pensarci non riuscirei a quantificare i giorni passati in vacanza sulle sponde del lago di Garda con gli amici. Una meta fissa delle spensierate estati dell'adolescenza, che raggiungevamo appena possibile e che nel tempo ha lasciato un segno indelebile nei nostri cuori. Quando poi, tornati a casa, la routine riprendeva e le giornate si facevano sempre più brevi e fredde altro non ci restava che riguardare le foto di quei bei momenti e sognare di essere ancora lì. Ed è proprio osservando quelle foto che nasce l’idea di questa escursione: Monte Baldo! 
Per anni l’abbiamo visto svettare imponente sulla riva opposta del lago e allora perché non cambiare punto di vista e scoprire da lassù cosa si vede?

venerdì 14 febbraio 2020

Carnevale 2020 - Il Clima!

Sabato 29 febbraio è Carnevale,
tema?

Il Clima

Lo spunto per questo Carnevale c'è lo da' il Clima!

Anche nel bel mezzo di un telefilm ecco il meteo come breaking news e sul cellulare app con temperatura e precipitazioni ovunque ti trovi  (basterebbe guardar fuori dalla finestra...).
Senza meteo non si programmano weekend, eventi, neppure la partita di calcetto.
Il meteo comanda e impazza ma poi, si sa, il tempo fa quello che vuole.
Certo, il Carnevale non e' che una goccia nel mare degli impegni oratoriani, però questa è l'occasione giusta per ricreare il "clima" adatto, simpatico e umoristico.
Per sorridere, e non solo preoccuparsi, del global warming, del climate change, dell'effetto serra... e un po' farci anche riflettere.
Un tema per affrontare con creatività quei mutamenti che sempre più spesso il clima ci costringe a fare.
Dal sito della FOM www.meteoratoriofom.it.

Quest'anno vogliamo che il Carnevale sia di tutti e per tutti! Allora, invece di ritrovarci come al solito in Oratorio, inizieremo la nostra festa in piazza con

Carnevale 2020 - Planet Rescue

Sabato 29 febbraio si festeggia il carnevale ambrosiano e, come da tradizione, se il pomeriggio la festa è per tutti, la serata la dedichiamo ai ragazzi dalla 5a elementare e alla 3a media.

PLANET RESCUE
Programma della serata
  • 19.00 Ritrovo
  • 19.30 Cena
  • 21.00 PLANET RESCUE
  • 22.30 Fine serata

!!!Attenzione!!!

giovedì 23 gennaio 2020

Pellegrinaggio a Firenze

Quest'anno il pellegrinaggio per le superiori sarà
da venerdì 1 a domenica 3 maggio a
Firenze
La preiscrizione e la caparra sono da consegnare entro venerdì 31 gennaio alla segreteria dell'Oratorio di Vimercate, oppure agli Educatori di Burago entro domenica 26 gennaio.
Il modulo lo trovate già stampato al bar dell'Oratorio oppure potete scaricarlo da qui.

venerdì 17 gennaio 2020

2Giorni Invernale - Noi siamo Comunità


Prima di partire per un lungo viaggio, porta con te la voglia di non tornare più: così recita una famosa canzone di Irene Grandi. Il nostro, a Frerola dal 4 al 5 gennaio, non è stato un lungo viaggio: dopo poco più di un’ora di macchina, eravamo già arrivati a destinazione in una piccola frazione di Algua, in provincia di Bergamo. Di certo, però, ciascuno di noi il giorno della partenza aveva con sé una grande voglia di stare in mezzo agli altri e di vivere in pienezza la 2Giorni Invernale. In queste occasioni, quando adulti e ragazzi di età diverse si incontrano e condividono tempi, spazi e abitudini quotidiane, nasce come per magia un’atmosfera speciale: ognuno si sente accolto, voluto bene, prezioso per l’altro. Ognuno si sente a casa. 
Il tema che ha ispirato le varie attività proposte era il fare comunità. Che cosa significa? È molto semplice: stare insieme agli altri con un atteggiamento di apertura, inserirsi attivamente nella vita di gruppo e collaborare per realizzare dei progetti.
In tal senso abbiamo chiesto ai ragazzi di partecipare a un gioco a squadre in cui ciascun gruppo aveva il compito di preparare un menù che noi educatori avremmo dovuto giudicare durante il pranzo della domenica… che coraggio! Ogni equipe doveva fare la spesa con un budget di 25€, designare uno chef, un sous-chef, un apprendista, un cameriere e colui che doveva presentare il piatto. In questo modo ogni componente del gruppo avrebbe dovuto mettere in campo le sue capacità e in virtù di queste essere valorizzato dai suoi compagni.
Tutti i ragazzi si sono messi in gioco con impegno e serietà, si sono ascoltati tra loro e hanno dato il meglio di sé in questo progetto. Insomma, hanno fatto comunità.
Ci hanno stupito, e non solo per come hanno lavorato, ma anche per il prodotto finale: i piatti erano
buoni, serviti con eleganza e presentati con precisione. Dai un'occhiata!!

giovedì 16 gennaio 2020

Festa della Famiglia 2020

Domenica 26 gennaio è l'occasione di ritrovarci tutti insieme per festeggiare una delle cose più importanti che abbiamo... la nostra Famiglia!!
Quello che ci è chiesto è di riconoscere quanto è bello, vero e buono formare una famiglia, essere famiglia oggi; quanto è indispensabile questo per la vita del mondo, per il futuro dell'umanità. (Papa Francesco)
Programma:
  • Ore 10.30: S. Messa in chiesa parrocchiale
  • Ore 12.30: Pranzo*:
    • primo piatto pasta preparata in oratorio; per il resto del pranzo vi invitiamo a portare dei cibi da condividere che potete consegnare nel salone dell’Oratorio domenica 26 gennaio dalle 9.00 alle 10.00 o dopo la Messa.
  • Ore 14.30: 
    • per i bambini ci saranno dei giochi organizzati dal Gruppo Animatori.
    • i genitori parteciperanno ad un incontro tenuto da don Omar dal titolo: 
“NELLA NOTTE PIÙ OSCURA
SORGONO I PIÙ GRANDI PROFETI E I SANTI”

*Per organizzarci è necessario iscriversi, consegnando il modulo allegato e versando 5,00 € a famiglia in Asilo a suor Maria Rosa o in Oratorio entro il 22 gennaio.

Il volantino potete scaricarlo cliccando qui.